Storie di Successo

Elon Musk: quando la fantascienza è già presente

Written by Nicola De Vita

Elon Musk Ha contribuito ad accelerare la diffusione delle auto elettriche.

Uno dei suoi progetti più ambiziosi è finalizzato a sostituire il veicolo spaziale russo Soyuz utilizzato dalla NASA con un sistema 100% made in USA.

Di recente ha presentato Powerwall: una batteria per smart home in grado di accumulare energia elettrica negli orari e dalle fonti più convenienti.

Dirige aziende come Tesla e SpaceX.

Coofondatore di Paypal.

Ma chi è davvero Elon musk?

Nato a Pretoria il 28 giugno 197, laureato in economia e in fisica, è noto non solo per la sua abilità imprenditoriale, ma anche per alcune stravaganze. Genio e follia insomma. Ancora una volta.

Dalle pagine di una biografia (non autorizzata) di prossima pubblicazione, scritta da Ashlee Vance e intitolata “Elon Musk: Tesla, SpaceX, and the Quest for a Fantastic Future” emergono aneddoti curiosi. In un passaggio ad esempio viene citato Larry Page, CEO di Google, società con la quale Musk ha all’attivo diverse collaborazioni. Dall’intervista l’imprenditore emerge come fondamentalmente un senza fissa dimore, che regolarmente chiede ad amici e colleghi (tra cui appunto Larry Page) di poter essere ospitato durante i suoi periodi di permanenza nella Silicon Valley.

Eppure, Elon Musk una casa ce l’ha. Si trova a Los Angeles, nel distretto di Bel Air, ha una vista sull’oceano ed è costata ben 17 milioni di dollari. Una reggia, più che una villa, però lontana (oltre 500 Km) dal quartier generale di Tesla situato a Palo Alto.

Tra le tante attività non bisogna dimenticare il ruolo di presidente in SolarCity, fornitore di energia elettrica prodotta mediante impianti fotovoltaici. Inoltre, all’inizio degli anni 2000 ha cofondato PayPal, realtà che fino ad oggi ha contribuito ad evolvere il modo di pagare gli acquisti online, di vivere l’e-commerce (non dimentichiamo l’acquisizione da parte di eBay). Tutto questo senza dimenticare l’avveniristico progetto Hyperloop, che un giorno potrebbe consentire viaggi a quasi 1.000 Km/h all’interno di binari chiusi in cui viene ricreato il vuoto.

Si potrebbe pensare ad Elon Musk come ad un imprenditore che punta tutto sull’innovazione, senza porre alcun limite al progresso, ma non è così. Significativi alcuni suoi interventi in merito all’intelligenza artificiale.

Ha dichiarato in un intervento: “Il ritmo dei progressi nel campo dell’intelligenza artificiale è incredibilmente veloce. Finché non entrate in contatto diretto con gruppi come Deepmind (azienda praticamente sconosciuta acquisita da Google e dedicata alla ricerca in ambito di I.A.) non potete immaginare quanto sia rapido, cresce in modo quasi esponenziale. Il rischio è che qualcosa di davvero pericoloso potrebbe diventare realtà in cinque anni. Dieci al massimo. Per favore, tenete conto che sono solitamente a favore della tecnologia e non ho mai avuto questo tipo di preoccupazioni fino agli ultimi mesi. Non sto creando allarmismo su ciò che non comprendo”.

Qui di seguito una spiegazione dei grandi progetti di Elon Musk.

ZIP2

Agli albori del world wide web, nel 1995 Elon Musk fonda col fratello la web software company Zip2 che venderà 4 anni più tardi alla Compaq per 307 milioni di dollari in contanti più 34 milioni in stock options.

X.COM E PAYPAL

Nel 1999 è co-fondatore di X.com, compagnia di servizi finanziari e pagamenti online da cui nascerà l’anno seguente PayPal, acquisita successivamente da eBay per un miliardo e mezzo di dollari.

SPACEX

Nel 2002 fonda SpaceX.

SpaceX progetta e costruisce lanciatori spaziali a razzo e veicoli spaziali per trasporto orbitale di merci e persone. Entra nel programma Commercial Orbital Transportation Services della NASA ed è la prima compagnia privata nella storia a riuscire, il 22 maggio del 2012, nell’impresa di agganciare una capsula alla Stazione Spaziale Internazionale. Nel 2016 Elon Musk presenta un vero e proprio business plan per conquistare Marte, indicando tutti i passi da compiere anno dopo anno e la relativa diminuzione dei costi nel tempo. Elon Musk sostiene: “Non ho da rivelarvi una profezia sul giorno del giudizio. Però le cose sono due: possiamo stare per sempre sulla Terra, e prima o poi ci sarà un evento che ci farà estinguere; oppure possiamo diventare una specie multiplanetaria, e spero concordiate che sia la cosa giusta da fare”. La grande innovazione che Musk porta nell’industria aerospaziale è la costruzione di un modulo propulsore per il lancio della navetta spaziale che sia riutilizzabile. Nel 2017 riesce nell’impresa storica di lanciare, recuperare e riutilizzare tutti i componenti del razzo Falcon 9. Di questi giorni sono i test del razzo Falcon Heavy, il più grande e potente razzo della storia, che nel 2018 porterà due milionari al momento ignoti ad orbitare intorno alla luna. L’ambizioso progetto in concerto con la NASA prevede che intorno al 2035 il primo equipaggio con esseri umani a bordo possa raggiungere il pianeta rosso impiegando tra i 3 e i 6 mesi di viaggio.

TESLA

Nel 2003 è cofondatore di Tesla Motors di cui assumerà definitivamente il comando nel 2008. La Tesla è un’automobile elettrica ad alte prestazioni. Il nome è ispirato a Nikola Tesla, visionario inventore del ventesimo secolo. Suv e berline con 340 km di autonomia capaci di raggiungere i 100km/h in 3,7 secondi.

La compagnia ha dovuto superare momenti veramente difficili ma oggi è in forte crescita, nonostante le oscillazioni del titolo secondo molti sopravvalutato. Ve veicoli in 31 paesi, stringe accordi con altre case automobilistiche per la fornitura di motori e dispositivi, costruisce una rete di “superchargers” per ricaricare le proprie autovetture. Sono stati già realizzati modelli con sistemi avanzati di guida assistita, pilota automatico e realtà aumentata.

SOLARCITY

Nel 2006 è cofondatore di SolarCity, progetto volto, così come Tesla con cui SolarCity collabora, a contrastare il global warming. Elon Musk immagina le città del futuro a basso consumo energetico, convinto che produrranno con le rinnovabili tutta l’energia di cui necessitano per il proprio sostentamento. Nel 2014 è iniziata a Buffalo la produzione per la realizzazione del più grande impianto fotovoltaico degli Stati Uniti che sarà 3 volte maggiore di quello attuale.

HYPERLOOP

Il 2013 è l’anno di Hyperloop, tecnologia hardware per il trasporto ad altissima velocitàdi merci e passeggeri all’interno di tubi dove le capsule sono spinte da motori lineari a induzione e compressori d’aria. Parliamo in breve di un treno che potrà viaggiare alla velocità di 1130 km/h.

L’idea è stata accolta con scetticismo soprattutto per motivi legati alla sicurezza, ma Elon Musk, incurante, ha bandito un concorso a livello mondiale per la progettazione di un prototipo in scala.

OPENAI

Sul finire del 2015 Musk annuncia la creazione di OpenAi, una compagnia di ricerca no-profit sull’intelligenza artificiale. Lo scopo dichiarato è portare benefici all’umanità e rendere la l’IA fruibile a tutti, “in opposizione alle grandi corporazioni che potrebbero ottenere eccessivo potere e profitto con sistemi superintelligenti, nonché contro i governi oppressivi che potrebbero utilizzarla per sopraffare i cittadini”.

NEURALINK

Nel 2016 è cofondatore di Neuralink. Elon Musk proietta dentro le nostre vite “Black Mirror” (la serie tv improntata sul rapporto futuro/tecnologia), dando vita a una startup con focus sulle neurotecnologie. L’obiettivo è quello di integrare l’intelligenza artificiale con il cervello umano. Neuralink è un’azienda per la ricerca medica che si pone come obiettivo quello di lavorare alla cura per le malattie neurodegenerative.

About the author

Nicola De Vita

Classe 1994.
Amministratore unico, socio & responsabile commerciale presso Quolit SRL.
La passione per l’innovazione e il mondo delle imprese mi spinge ogni giorno a lavorare per diversificare il mio profilo, ampliando, quindi, quanto possibile il panorama delle mie conoscenze e competenze.
Cercatore insaziabile di novità, avido lettore, appassionato di storia, arte, cinema e musica.
Credo fortemente nella capacità del singolo di migliorarsi attraverso il lavoro e l'impegno.

Leave a Comment